TOP
f

LAVIADELREIKI

CHAKRA

La parola Chakra, dal sanscrito, significa disco o ruota. Termine antico che ritroviamo, con il medesimo significato che ancor oggi gli attribuiamo, già negli antichi testi Veda.
Possiamo definirli come dei punti di interscambio energetico, dove le energie proprie dei diversi piani di esistenza, quindi quello fisico quello emotivo quello spirituale e quello mentale, si incontrano scambiandosi informazioni ed influenzandosi tra loro.

Tramite i chakra l’energia vitale ed armonica proveniente dall’universo penetra nel nostro organismo, viene assimilata e rilasciata se in eccesso verso l’esterno .

Non possiamo considerare questi punti energetici alla stregua di singoli organi immediatamente riconoscibili , parliamo piuttosto di posizione all’interno del nostro corpo.
Ce ne sono tantissimi dislocati dentro ed intorno a noi, nei nostri corpi sottili.

Inizieremo a prendere in considerazione quelli che vengono ritenuti più importanti. Sono sette e sono dislocati lungo Sushumna.

Un canale  posizionato lungo l’asse cerebrospinale che parte dall’estremità inferiore del tronco fino ad arrivare all’estremità della testa, la cosiddetta corona. Dentro Sushumna scorre il nostro Ki o Chi o Prana, insomma la nostra energia vitale e quella che proviene dalla Fonte, dall’Universo. Corre parallela alla colonna vertebrale e i Chakra sono dislocati lungo di essa, posizionati nella sezione interna, quella rivolta verso i visceri.

Studi millenari confermati poi da ricerche via via sempre più moderne, grazie alla diagnostica per immagini,colloca questi sette chakra in precisi distretti del nostro corpo, caratterizzati da fasci nervosi, determinati organi o parti del corpo da essi influenzati e ghiandole endocrine/esocrine.
Questi distretti sono sette. Partendo dal basso troviamo :

MULADHARA – Plesso coccigeo

SWADHISTHANA – Plesso sacrale

MANIPURA – Plesso solare

ANAHATA – Plesso cardiaco o brachiale

VISHUDDA – Plesso laringeo

AJNA – Plesso cavernoso

SAHASRARA – Sommità del cranio

Via via che scenderemo nel dettaglio scopriremo che a ciascun Chakra potremo abbinare organi, ghiandole, emozioni, suoni, colori, cristalli e tanto altro ancora.
E’ un viaggio affascinante in un sistema sofisticato di scambio e ridistribuzione di energia. Energia che puo’ essere misurata e valutata. Nel caso ci fosse una disarmonia di fondo anche ri equilibrata .
Possiamo usare il Rei Ki, i cristalli e anche i Fiori di Bach.

 

Posta un Commento